LE RAGAZZE DI WALL STREET


Le ragazze di Wall Street - Business Is Business (Hustlers) è un film del 2019 scritto e diretto da Lorene Scafaria, basato sull'articolo del New York Magazine del 2015 The Hustlers at Scores di Jessica Pressler.

Guarda Ora il Trailer

2014. L’ex stripper Destiny concede un’intervista ad Elizabeth, una giornalista che sta lavorando ad un caso che coinvolge una sua ex amica e mentore, Ramona Vega.
2007. Dorothy, conosciuta con il suo nome da stripper Destiny, lavora al Moves, uno strip club di New York per supportare economicamente sua nonna. Affascinata dalle sue performance, incontra sul tetto del locale Ramona, una donna forte e determinata che sa gestire il lavoro che fa. 


Le due iniziano a lavorare insieme e riscuotono molto successo con i loro clienti: uomini d’affari di Wall Street disposti a pagare prezzi molto alti per balletti e spogliarelli delle ragazze. Un anno dopo, con la crisi economica del 2008, le cose cambiano ed entrambe le donne iniziano a trovarsi a corto di denaro, poiché pochi uomini frequentano il locale e spendono sempre meno. Destiny rimane incinta ma litiga col fidanzato poco dopo la nascita della loro figlia Lily e non riesce a trovare un nuovo lavoro.
Senza altra scelta, Destiny torna al suo vecchio lavoro. Il locale è ormai cambiato: esso è frequentato da stripper immigrate che, per soldi, sono costrette ad avere rapporti sessuali con i clienti, una linea che Destiny si rifiuta di oltrepassare, ma che infrange nei momenti più disperati. Rincontra Ramona, che la introduce a un nuovo schema: insieme ad altre due stripper, Mercedes e Annabelle, la donna inquadra ricchi uomini ad altri bar, li droga e li porta al Moves, dove le ragazze rubano la loro carta di credito e la ricaricano al massimo senza farsi scoprire. Destiny decide di unirsi al gruppo.
Il piano inizialmente funziona alla perfezione e le ragazze si arricchiscono. Quando alcuni uomini si rivelano essere troppo aggressivi, Destiny suggerisce di chiamare anche altre ragazze, che vengono allenate attentamente ad evitare l’uso delle droghe; Ramona inoltre inizia una vera e propria partnership che coinvolge il Moves, dove ognuno ottiene la propria percentuale di denaro. 

Tuttavia, altre stripper iniziano a emulare le loro strategie, portando Ramona a chiudere i rapporti con il locale e il gruppo inizia a servire i clienti in stanze di alberghi o nelle loro stesse abitazioni. Mercedes e Annabelle diventano sempre meno disponibili con questa nuova pratica, quindi Ramona chiama altre donne con problemi di droga o criminali, nonostante le proteste di Destiny. Un giorno, un cliente è vittima di un incidente quasi fatale che costringe Destiny a chiamare i soccorsi mentre Ramona è impegnata a cacciare dai guai una nuova alleata particolarmente inesperta di nome Dawn. Quando Destiny torna a casa, scopre della morte improvvisa della nonna. Al funerale, Ramona si scusa con l’amica e le promette che si sarebbe presa cura di lei seriamente.
Nel 2014, Destiny ferma l’intervista quando Elizabeth le chiede di continuare a parlare di Ramona. Quando la giornalista torna a casa, riceve una telefonata da parte della donna, che conclude così l’intervista. La poca attenzione di Ramona causa vari conflitti tra le ragazze e Destiny non se la sentì più di giustificare i suoi crimini. Le quattro donne vengono arrestate; Ramona viene condannata a 5 anni di prigione mentre le altre tre trascorrono un breve periodo in carcere prima di venire rilasciate sotto sorveglianza. Un anno dopo, Elizabeth visita Ramona, che le confessa che Destiny era l’unica donna di cui si poteva davvero fidare e le mostra una loro foto che conserva sempre con se. La giornalista incoraggia Destiny a richiamarla