Destinazione: San Carlos de Bariloche

San Carlos de Bariloche, con la sua architettura bavarese
bariloche - Argentina

Secondo i documenti dell’FBI, vi sono due ipotesi praticabili per trovare quella che fu la destinazione finale di Adolf Hitler. La prima dice che il dittatore tedesco e i suoi collaboratori si fossero diretti verso le Ande meridionali, dove poi si sarebbero nascosti in un ranch. 

Bariloche - Argentina

La seconda, invece, afferma che Hitler viaggiasse verso la vasta tenuta di un tedesco in Patagonia. Comunque sia, la strada da percorrere passa per San Carlos de Bariloche, la Berlino argentina. Bariloche è nota da anni per essere l’epicentro della fuga dei criminali tedeschi in Argentina. 

Bariloche _ Argentina

Qui, Reinhard Koops, ufficiale dell’intelligence nazista, ricercato per crimini contro l’umanità, è morto all’età di 86 anni. Sempre qui, Erich Priebke, capitano delle SS, responsabile del

massacro di 325 italiani alle Fosse Ardeatine,

 ha vissuto liberamente, facendo l’insegnante, fino alla sua cattura nel 1995. 


GUARDA IL FILM STORICO 

DIECI ITALIANI PER UN TEDESCO



A Bariloche, per essere chiari, gli stranieri non sono graditi e nessuno vuole avere a che fare con chi dà la caccia ai criminali nazisti.

Adunata di Nazisti in Argentina nel 1947


 Tanto per dare un’idea più precisa di che cos’è questo posto, occorre sapere che Bariloche è un remoto paese al confine con il Cile, isolato, inaccessibile e protetto dal resto del mondo. Una volta era la roccaforte dei nazisti in fuga, che qui hanno ricostruito un angolo di Germania.

Bariloche - Argentina


 L’architettura è in stile bavarese e non mancano i negozi che vendono cioccolato e altri generi tipicamente germanici. Per farsi aiutare nel difficile compito di raccogliere informazioni, la squadra americana ha assunto J.P. Cervantes, berretto verde con una lunga carriera militare alle spalle. 

Bariloche  - Argentina 


Cervantes si era addestrato proprio a Bariloche con i militari argentini, i quali gli avevano detto che negli anni Quaranta la loro missione era proprio proteggere gli ufficiali delle SS rifugiati in loco. Del resto, nessuno a Bariloche  parlerebbe mai con uno straniero. Indagando a livello istituzionale, gli americani scoprono che la linea ferroviaria che raggiunge Bariloche venne costruita dai tedeschi già nel 1934, undici anni prima della fuga di Hitler. I treni giungono da San Antonio Oeste, altra base nazista in Argentina, a 640 km di distanza. Il maggior utilizzatore della linea ferroviaria era il tedesco Geraldo Lahusen, che trasportava animali e persone fino a Bariloche. 

Bariloche - Argentina 


Insomma, un dominio tedesco in terra argentina costruito con largo anticipo, rispetto alla guerra, per poter permettere una comoda via di fuga, con protezione politica e finanziaria, qualora le cose si fossero messe male.