Passa ai contenuti principali

Hitler fugge in Argentina con Eva Braun e vive fino a 73 anni con le due figlie. (Barbuto Chef Nazi Hunters for Billaccio)

Adolf Hitler Having Lunch In The Eden Hotel Annex Argentina In 1947
Sebbene si stesse avvicinando la mezzanotte a Berlino, le strade erano tutt'altro che buie. Su ogni via , gli incendi divampavano incontrollabili mentre l'intenso e selvaggio bombardamento dell'artiglieria russa si avvicinava al centro del Terzo Reich.
A quell'ora tarda, nella notte del 27 aprile 1945, non c'era una sola persona in Germania che pensasse, che i nazisti potessero ancora vincere.
 LA FUGA DI HITLER
Guarda Il Video

Nel profondo del suo bunker, persino l'uomo che aveva portato una tale distruzione nel suo paese - anzi, nel mondo - sapeva che la guerra era finita. Mentre Adolf Hitler, in silenzio  fissava un ritratto del suo eroe, Federico il Grande (re di Prussia e  brillante mente militare) era certo che non ci sarebbe stata un'inversione di fortuna dell'undicesima ora.
il video del bunker
Le cosiddette "armi miracolose" non erano mai arrivate, e il suo esercito, una volta potente,ora  lo era  più nella memoria che  nell'acciaio dei suoi mezzi cingolati, ormai decimati.
modello in scala del Bunker di Berlino
Il Führer aveva tre opzioni.
Poteva permettersi di essere catturato dai russi; ma l'umiliazione era impensabile. Potrebbe uccidersi, ma chi potrebbe eventualmente sostituirlo? Un quarto Reich sarebbe sicuramente salito, e sarebbe stato necessario per guidarlo. E poi a spararsi un colpo in testa, c'e' sempre tempo. 
 Rimaneva una possibilità: "scappare".
Secondo Gray Wolf: The Escape Of Adolf Hitler, Eva Braun (a destra) ha accompagnato
Adolf Hitler quando è fuggito attraverso un tunnel segreto dal suo bunker a Berlino
Tutto era stato preparato fino al piu' piccolo dettaglio , dall'ombroso capo della Gestapo, Heinrich Müller, fino agli abiti indossati dai corpi che avrebbero simulato i cadaveri di Hitler e della sua sposa, Eva Braun. Mentre il suo orologio da ufficio batteva la mezzanotte, Hitler si rivolse al suo attendente e annuì. Venti minuti più tardi, tre figure emersero da un tunnel segreto che collegava il bunker alla superficie.
Lo Stato Maggiore Nazista 
dopo La Guerra
Se un cittadino tedesco li avesse individuati, sarebbe rimasto stupito nel vedere il Führer correre via come i codardi che tanto disprezzava. Ad accompagnarlo c'erano Eva Braun e suo cognato, Hermann Fegelein(anche lui dai russi dichiarato morto, fucilato su ordine dello stesso hitler per alto tradimento).
uno dei tanti sosia trovati cadavere dall'armata rossa attorno al bunker di Berlino
Schivando fuochi ed esplosioni, la piccola festa si diresse verso il vasto Hohenzollerndamm che attraversava il centro di Berlino. Un tempo era un viale alla moda, ora era una pista di fortuna, e su di esso si trovava un aereo da trasporto Junkers-52, con i suoi motori armati dal capitano Peter Baumgart, un esperto pilota della Luftwaffe. Hitler ei suoi compagni salirono a bordo dell'aereo, e prima che potessero persino sedersi, Baumgart spinse in avanti l'acceleratore. In un minuto, l'aereo si alzò in volo, dirigendosi a nord. Il Führer si rifiutò di guardare fuori dalla finestra, non volendo affrontare il diavolo che si era lasciato alle spalle. Stava andando verso una nuova vita e un nuovo mondo. Quella vita, come sarebbe per tanti altri nazisti, sarebbe in Argentina.
Alcuni sostengono essere la stessa persona, "prima e dopo" la guerra.
La via di Hitler era tortuosa, ma necessariamente così per l'uomo più ricercato al mondo. Dopo essere sbarcato in Danimarca, è volato in Spagna, dove il generale Franco gli ha fornito un aereo per portarlo alle Isole Canarie. Da lì, il Führer portò un sottomarino sulla costa argentina, dove sbarcò vicino al piccolo porto di Necochea, a circa 300 miglia a sud di Buenos Aires. Hitler non avrebbe mai più messo piede fuori dall'Argentina. E anche se i suoi sogni di un nuovo Reich non sarebbero mai stati soddisfatti, egli trovò almeno una qualche forma di felicità domestica sposando Eva Braun, con la quale aveva due figlie. Alla fine, dopo 17 anni di clandestinità, uno degli uomini più malvagi della storia morì il 13 febbraio 1962, all'età di 73 anni. Fu per la sua amara delusione che il suo vecchio nemico, Winston Churchill, era sopravvissuto a lui. Per molti di noi, una storia del genere sembra una fantasia totale. Ma ci sono alcuni che la considerano la verità assoluta.
L'idea che Hitler fuggì dal suo bunker di Berlino ha tenuto in balia i teorici del complotto fin dalla fine della guerra. Ora ha rialzato la sua improbabile testa ancora una volta. Questo fine settimana, è emerso che la storia della presunta fuga di Hitler in Argentina è diventata oggetto di una fila di plagio amaro.
Nel loro libro, Grey Wolf: The Escape Of Adolf Hitler, gli autori britannici Gerrard Williams e Simon Dunstan sostennero che il Führer fuggì esattamente nel modo descritto sopra, e in effetti notò i suoi giorni in Sud America.
Nazi Rally in Buenos Aires 1938
Tuttavia, un giornalista argentino, Abel Basti, che proviene dalla città della Patagonia di Bariloche, dove tanti nazisti si sono ritirati, afferma che Williams e Dunstan si sono appropriati della sua ricerca, e sta cercando un risarcimento. Williams e Dunstan negano strenuamente l'accusa di Basti.
"Basti non ha in alcun modo inventato l'idea che Hitler fosse vivo in Argentina", dice Williams. "I libri sull'argomento esistevano già nel 1953 e nel 1987. Non ho mai plagiato il lavoro di nessuno". Per gli estranei, la fila assomiglia a tre uomini calvi che lottano per un pettine. L'idea che Hitler sarebbe potuto sfuggire - e mantenere quella via di fuga nascosta - sembra farsesca. Eppure molti continuano a crederci. Decine di migliaia di nazisti sono fuggiti dopo la guerra, compresi i famigerati Adolf Eichmann e Josef Mengele. Non è possibile che Hitler sia fuggito con loro? Come dice Gerrard Williams, ci sono state molte versioni della storia di fuga di Hitler, e sono state girate da maggio del 1945. Negli anni immediatamente successivi alla guerra non esisteva alcuna prova che Hitler fosse effettivamente morto. Uno dei problemi incontrati dagli investigatori era la mancanza di prove fisiche per la sua morte.
Dichiarato da stalin il teschio di hitler ,  si rivelò un falso 50 anni dopo alla prova del dna.
L'esistenza di frammenti di teschi, trovata dai russi vicino al bunker del Fùhrer e ritenuta sua, non fu conosciuta in Occidente fino al 1968. Poi, nel 2009, il test del DNA delle ossa rivelò che in realtà appartenevano a una donna. Ciò ha dato ai fantasisti "nuovi colpi in canna"  per affermare che Hitler non è morto nel bunker. Nell'immediato dopoguerra, i servizi di intelligence britannici e statunitensi hanno ricevuto innumerevoli notizie secondo cui l'ex leader nazista era stato avvistato vivo e in salute. Nel settembre 1945, fu affermato che Hitler e il suo segretario privato, Martin Bormann, erano saliti a bordo di uno yacht di lusso ad Amburgo e avevano navigato verso un'isola segreta al largo della costa dello Schleswig-Holstein. Il mese successivo, lo staff della British Legation di Copenaghen informò il Ministero degli Esteri che una donna danese aveva detto loro che un amico aveva sognato che Hitler fosse camuffato da monaco e vivesse in Spagna.

I primi soldati sovietici giunti nel bunker di Hitler 

A dicembre, gli americani sono stati "informati attendibilmente" che Hitler era salito a bordo di un sottomarino al largo dell'isola di Maiorca, dove viveva in un albergo con un gruppo di scienziati nucleari. Poi ci fu la pretesa di vivere da eremita in una grotta in Italia, o di lavorare come pastore nelle Alpi svizzere. C'era chi affermava di essersi nascosto in Antartide, o ancora più lontano, la Luna! Tutti questi rapporti, per quanto ridicoli, dovevano essere presi sul serio e indagati. Uno dopo l'altro, sono stati trovati per essere senza fondamento. Alcuni erano indubbiamente i prodotti di una campagna di disinformazione sovietica. Per molto tempo, i russi credevano che gli alleati stessero proteggendo Hitler, e misero su queste false storie nel tentativo di scovare quella che pensavano fosse la verità. Nel luglio del 1945, il comandante russo Marshall Georgi Zhukov dichiarò che dal momento che il corpo di Hitler non era ancora stato trovato, egli "avrebbe potuto volare via all'ultimo momento". Persino il generale Eisenhower, l'ex comandante supremo alleato, sembrava essere stato d'accordo. Nel 1952, disse: "Non siamo stati in grado di portare alla luce un minimo di prova tangibile della morte di Hitler. Molte persone credono che sia fuggito da Berlino. " Oggi, la stragrande maggioranza accetta che Hitler si sia sparato nel bunker a Berlino il 30 aprile 1945. Dopo la guerra, lo storico e ufficiale dell'MI6 Hugh Trevor-Roper fu incaricato di indagare sulla morte di Hitler. Ha parlato con molti di quelli che erano presenti nel bunker durante quegli ultimi fatidici giorni. Dicevano tutti la stessa cosa: Hitler si era suicidato, e il suo corpo e quello di Eva Braun erano stati cremati di benzina. Se Hitler fosse riuscito a farlo scappare nell'emisfero australe, allora tutte queste persone avrebbero dovuto mentire e averlo tenuto segreto fino ai loro ultimi giorni. È semplicemente impossibile credere che così tante persone possano mantenere un inganno così grandioso così tranquillo. Ma ci sono ancora alcuni che si aggrappano alle loro teorie del complotto.
Williams e Dunstan sostengono che gli "Hitler" e "Braun" che si sono sparati a Berlino nel 1945 erano in realtà dei sosia. Ma chi avrebbe conosciuto intimamente Hitler per anni e chi si trovava nel bunker quella notte sarebbe stato ingannato da due doppi? In verità, la presunta fuga di Hitler dovrebbe essere vista come nient'altro che un gioco di società. Non c'è uno storico serio che darebbe alla storia più credibilità di quella che avrebbe fatto a Elvis Presley, che è vivo e vegeto, e che fa ancora di hip-swing nel Tennessee.
Articolo  in lingua originale:  DAILYMAIL.CO.UK  tradotto e pubblicato da Antonio Barbuto per BiLLaCCio

Elezioni Comunali dell'8 e 9 giugno

Elezioni Comunali dell'8 e 9 giugno
Indicazione di Voto di CiaoRino!

BENVENUTO

BENVENUTO
Se Caligola Nomino' Senatore di ROMA il Suo Cavallo : ANTONIO BARBUTO CIENFUEGOS Nome di Battaglia ATTILA, Presidente del Ciao Rino, gia' furiere presso la 2^a Compagnia C.A.R. del 231° Rgt AVELLINO, già Capo Squadra Fuciliere Pontiere del Genio in qualità di VFA nel 12°/BL/00 presso la PRIMA COMPAGNIA PONTI GALLEGGIANTI MOTORIZZATI del Secondo RGT GENIO PONTIERI di Piacenza, già Sottotenente in prima nomina e già Tenente in Ferma Biennale , dell'ARMA di Cavalleria di Linea , Proveniente dal 185° Corso A.U.C. con la qualifica di Comandante di Squadrone Blindo Armata Pesante Centauro con il ruolo a Perugia di Comandante al Reparto Servizi presso la Scuola Lingue Estere dell'Esercito, Già Fondatore dei Giovani Comunisti Catanzaro , Già Fondatore del Libraccio Catanzaro, Già Fondatore del Circolo 99 Catanzaro, Già Candidato alla Camera dei Deputati e alla Regione Umbria, Già con 4 Giuramenti alla PATRIA e 2 RIFIUTI alla Massoneria a 22 anni , altresì Presidente del Gruppo Locale di ACTIONAID PERUGIA dal 2008 al 2023 , oggi Presidente Vita Natural Durante del CiaoRino!Club : "NOMINA SOVRANO" dello STREAMING , con Esecuzione Immediata, il suo Fedele Amico a 4 ZAMPE , BILLY Alias BILLACCIO PRIMO , Il piu' fidato e affidabile sostenitore del CiaoRino!

Il Tenente Veterano Antonio Barbuto dalla parte dell'ONU: Sono un Fiero Antisemita

Puntata del 9 aprile 2024 (Telefonata Cruciani Barbuto)

Indossa gli auricolari

Indossa gli auricolari
Clicca su e buon relax

T.ME

🗞️🌍 Giornali

Mostra di più

I Post più Popolari

LA VITA E' BELLA - ESPANA.FILM

La vita è bella  è un  film  del  1997  diretto e interpretato da  Roberto Benigni . Il titolo del film è tratto dalla frase «La vita è bella. Possano le generazioni future liberarla da ogni male, oppressione e violenza e goderla in tutto il suo splendore» del testamento di  Lev Trotsky [1] . Vincitore di tre Premi  Oscar :  miglior film straniero ,  miglior attore protagonista  ( Roberto Benigni ) e  migliore colonna sonora  ( Nicola Piovani ), su sette nomination totali, la pellicola vede protagonista Guido Orefice, uomo ebreo ilare e giocoso, che - deportato insieme alla sua famiglia in un  lager nazista  - cercherà di proteggere il figlio dagli orrori dell' Olocausto , facendogli credere che tutto ciò che vedono sia parte di un fantastico gioco in cui dovranno affrontare prove durissime per vincere il meraviglioso premio finale. Fu presentato in concorso al  51º Festival di Cannes , dove vinse il  Grand Prix Speciale della Giuria ; inoltre vinse 9  David di Donat

Casa Inalco, la villa sul lago - BARBUTO CHEF NAZI HUNTERS 4 BILLACCIO

WELCOME TO CIAO RINO ! A CACCIA DI GERARCHI Secondo i documenti dell' FBI, Hitler avrebbe vissuto per un certo periodo di tempo in una villa, protetta nei pressi di Bariloche:  la Casa Inalco .  Il nascondiglio perfetto.  Guarda il video 👇 Si tratta, di una residenza a diversi chilometri dalla città, circondata da 180 ettari di fitta foresta e accessibile solo dal lago, nei pressi del quale si trovano due isolette che ne nascondo la vista.  Nessuna strada raggiunge la villa. Tutto quello che si sa è che tutto quel terreno venne acquistato nel 1940 da Jorge Antonio, capo della Mercedes Benz in Argentina, uno dei primi nazisti ad essersi trasferito qui. Adolf Hitler il cancelliere tedesco che dichiarò guerra al mondo  La residenza venne completata nel 1945 e poi non se ne sentì più parlare. Ciò che sappiamo oggi  è che la villa risulta essere proprietà privata e che gli attuali proprietari, dei quali non si sa assolutamente nulla, non rilasciano permessi di alcun

Al Cinema Thriller : Ipotesi di Reato

GUARDA ORA  ALTRI FILM  ULTIM'ORA     |    OGGI AL CINEMA     |      MAFIOPOLI      |      CINE CIAO MAFIA      DIRETTA LIVE     |    UCRAINA     |      OROSCOPO      |    AUDIOLIBRI BENTROVARTI NELLA MIA RUBRICA SU  RINOGAETANO.CLUB

DROGA A DOMICILIO, BASTA UN CLIC. PIU' SEMPLICE CHE SU EBAY

Non c’è bisogno di alcuna conoscenza informatica né di chiavi d’accesso ai siti clandestini del darkweb : comprare ogni tipo di droga on line è facile e veloce come ordinare un paio di scarpe su Amazon . Il nostro viaggio parte da drugs-center.biz ., sede a Gibilterra, dove in un battibaleno mettiamo nel carrello un grammo di eroina pura (100 euro, che diventano a scalare 45 al grammo per ordini tra i cinque e i dieci chili), un po’ di speed (anfetamine pure a 5 euro al grammo), e dieci pasticche di ecstasy (puntiamo sulle gettonatissime Pink Flugels rosa ) in offerta a 20 euro (2 a pillola). Quest’ultima è la stessa droga sintetica, a oggi non ancora illegale in Italia, che nell’ottobre scorso è costata la vita a Mario, 42enne torinese che l’assumeva da tempo a insaputa della moglie, e che il Sert, dov’era in cura, non era riuscito a individuare nel suo sangue. Lo shopping prosegue con un grammo di eroina Arctic Wolf pura al 70 per cento (65 euro, ma per i più esigenti c’

✅La Prima Classe Per Tutti con il Tenente Veterano Antonio Barbuto

✅La Prima Classe Per Tutti con il Tenente Veterano Antonio Barbuto
🎩Clicca su❗entra nel canale😎ti aspetto per donarti le emozione del sovrano

Ultimi Post

🎬🇮🇹 PIZZA CONNECTION : ISPIRATO ALLA PRIMA INDAGINE INTERNAZIONALE DEL GIUDICE EROE GIOVANNI FALCONE | CINEMA BARBUTISTA CIAORINO!CLUB

BIN MATTEO SALAMIN : IL RINASCIMENTO SAUDITA NARRATO DAL TENENTE VETERANO ANTONIO BARBUTO IL GRANDE TIMONIERE (Tenente Veterano Antonio BARBUTO) IL FATTO IN EVIDENZA Renzi ha intascato 1,1 milioni di euro dall'Arabia Saudita in qualità di 'consulente' Lo ha dichiarato lui stesso rispondendo alle richieste di chiarimenti di un istituto bancario, secondo quanto riporta una Segnalazione di operazione sospetta (Sos) dell’Uif di Bankitalia. Lui replica: tutto legale LA LEGGE VIOLATA D'UFFICIO AL MASSONIFICIO DI MAFIOPOLI 2. Alla stessa pena soggiace lo straniero che dà o promette il denaro o l'utilità 3. La pena è aumentata:  1) se il fatto è commesso in tempo di guerra; 2) se il denaro o l'utilità sono dati o promessi per una propaganda col mezzo della stampa. (SCOPRI LA PENA PER bIN mATTEO sALAMIN CLICCA QUI) Antonio Barbuto, tenente veterano dell'Arma di Cavalleria di Linea e Presidente del "CiaoRino Club", si definisce leninista bolscevico nazionals

🎬🇮🇹 IL DELITTO MARIO FRANCESE: IL GIORNALISTA CHE INTERVISTO' LA MOGLIE DI TOTO' RIINA | STORIA VERA | CINEMA BARBUTISTA CIAORINO!CLUB

🇮🇹🔔Antonio Barbuto, tenente veterano anti Massoneria - La Zanzara 9.4.2024

🎬🇮🇹 CORLEONE : STORIA VERA | CINEMA BARBUTISTA CIAORINO!CLUB

Antonio Barbuto, tenente veterano anti Massoneria - La Zanzara 9.4.2024

🎬🇮🇹 SEGRETI DI STATO : STORIA VERA | CINEMA BARBUTISTA CIAORINO!CLUB

DIRETTA LIVE, ITALIA : 24 Mattino - La rassegna stampa del 19/04/2024 Antonio Barbuto, tenente veterano dell'Arma di Cavalleria di Linea e Presidente del "CiaoRino Club", si definisce leninista bolscevico nazionalsocialista e nutre particolare avversione per la Massoneria.

🎬🇮🇹 PAGATE FRATELLI : STORIA VERA | CINEMA BARBUTISTA CIAORINO!CLUB

Rassegna stampa 19/04/2024 Max Licari e Piero Italia | CiaoRino!Club-TV Antonio Barbuto, tenente veterano dell'Arma di Cavalleria di Linea e Presidente del "CiaoRino Club", si definisce leninista bolscevico nazionalsocialista e nutre particolare avversione per la Massoneria.

👉🏻Attori e Registi

Mostra di più