Passa ai contenuti principali

🎬FILM , CRIME : Una Vita Tranquilla - Con Tony Servillo


Rosario Russo, napoletano cinquantenne, vive in Germania da 15 anni, gestendo un hotel-ristorante. Ha accanto la sua famiglia: la moglie tedesca Renate e il figlio Mathias. Un giorno, al ristorante si presentano due giovani napoletani, Diego e Edoardo, di passaggio per il paese: Diego è il figlio di Rosario, che lo accoglie benevolmente (tenendo tuttavia nascosta agli altri la loro parentela) dandogli vitto e alloggio e dedicandogli parte del proprio tempo. Diego invece prova un evidente rancore nei confronti del padre, che ha lasciato la famiglia quando lui era piccolo, senza farsi più vedere. Emergono quindi inquietanti retroscena del passato di Rosario e del presente di Diego, giunto in Germania per assassinare, per conto della camorra, un industriale tedesco che sta per stipulare un contratto per lo smaltimento dei rifiuti provenienti dalla Campania.

Il padre, ignaro dei motivi per cui Diego è giunto in Germania ma messo in allerta dal suo strano atteggiamento, lo segue nel momento dell'attentato e la sua apparizione impedisce che Diego commetta materialmente l'omicidio, di cui si occupa Edoardo. A quel punto la situazione sfugge di mano ai tre. Rosario invita il figlio a lasciare al più presto la Germania, ma Edoardo scopre la vera identità di Rosario: si tratta infatti di Antonio De Martino, malavitoso pentito e datosi alla macchia, ritenuto morto. Rosario uccide Edoardo, innescando una serie di conseguenze: il figlio lo aiuta a far sparire il cadavere dell'amico, ma non accetta la decisione di seguire le orme del padre, rifacendosi "una vita tranquilla" in Germania sotto altro nome.

Diego rapisce Mathias, il figlio di nove anni di Rosario, costringendo quest'ultimo ad andarlo a prendere in un autogrill vicino a Teano, dove poco dopo sopraggiungono due sicari della camorra, avvertiti da Diego. Mentre si avviano all'esecuzione in periferia, Diego, salito in macchina col padre, non se la sente di consegnarlo ai due camorristi e gli dice di non fermarsi. Ne nasce una sparatoria: l’auto va a sbattere contro un muro, Diego rimane ucciso mentre Rosario riesce a fuggire. Recupera Mathias e lo riporta dalla madre al ristorante, poi fugge di nuovo e parte verso Amburgo, per iniziare di nuovo un'altra vita sotto una nuova identità.

BUONA VISIONE

 i primi minuti sarano duri , 

ma istruttivi e motivanti

se non riesci , 

passa subito al 33 esimo minuto

GESU' CRISTO NOSTRO SIGNORE

UNICO RE E' CON NOI 


seguimi

CIAORINO! DA OLTRE 18 ANNI CONTRO I PARLAMENTARI LADRI E I MASSONI IN GENERE

CineCiaoMafia : la Rassegna Kamorrista del CiaoRino!

CineCiaoMafia : la Rassegna Kamorrista del CiaoRino!
E' una Produzione BARBUTO, il Web non profit for peoples

IL TENENTE VETERANO DI SANTA GIULIANA

INDOSSA GLI AURICOLARI E RILASSATI

Cartomanzia Professionale Whatsapp

SCOPRI COSA TI RISERVANO OGGI LE STELLE

Indossa gli auricolari

Indossa gli auricolari
Clicca su e buon relax

Elezioni Comunali dell'8 e 9 giugno

Elezioni Comunali dell'8 e 9 giugno
Indicazione di Voto di CiaoRino!

I Post più Popolari

LA VITA E' BELLA - ESPANA.FILM

La vita è bella  è un  film  del  1997  diretto e interpretato da  Roberto Benigni . Il titolo del film è tratto dalla frase «La vita è bella. Possano le generazioni future liberarla da ogni male, oppressione e violenza e goderla in tutto il suo splendore» del testamento di  Lev Trotsky [1] . Vincitore di tre Premi  Oscar :  miglior film straniero ,  miglior attore protagonista  ( Roberto Benigni ) e  migliore colonna sonora  ( Nicola Piovani ), su sette nomination totali, la pellicola vede protagonista Guido Orefice, uomo ebreo ilare e giocoso, che - deportato insieme alla sua famiglia in un  lager nazista  - cercherà di proteggere il figlio dagli orrori dell' Olocausto , facendogli credere che tutto ciò che vedono sia parte di un fantastico gioco in cui dovranno affrontare prove durissime per vincere il meraviglioso premio finale. Fu presentato in concorso al  51º Festival di Cannes , dove vinse il  Grand Prix Speciale della Giuria ; inoltre vinse 9  David di Donat

Casa Inalco, la villa sul lago - BARBUTO CHEF NAZI HUNTERS 4 BILLACCIO

WELCOME TO CIAO RINO ! A CACCIA DI GERARCHI Secondo i documenti dell' FBI, Hitler avrebbe vissuto per un certo periodo di tempo in una villa, protetta nei pressi di Bariloche:  la Casa Inalco .  Il nascondiglio perfetto.  Guarda il video 👇 Si tratta, di una residenza a diversi chilometri dalla città, circondata da 180 ettari di fitta foresta e accessibile solo dal lago, nei pressi del quale si trovano due isolette che ne nascondo la vista.  Nessuna strada raggiunge la villa. Tutto quello che si sa è che tutto quel terreno venne acquistato nel 1940 da Jorge Antonio, capo della Mercedes Benz in Argentina, uno dei primi nazisti ad essersi trasferito qui. Adolf Hitler il cancelliere tedesco che dichiarò guerra al mondo  La residenza venne completata nel 1945 e poi non se ne sentì più parlare. Ciò che sappiamo oggi  è che la villa risulta essere proprietà privata e che gli attuali proprietari, dei quali non si sa assolutamente nulla, non rilasciano permessi di alcun

Al Cinema Thriller : Ipotesi di Reato

GUARDA ORA  ALTRI FILM  ULTIM'ORA     |    OGGI AL CINEMA     |      MAFIOPOLI      |      CINE CIAO MAFIA      DIRETTA LIVE     |    UCRAINA     |      OROSCOPO      |    AUDIOLIBRI BENTROVARTI NELLA MIA RUBRICA SU  RINOGAETANO.CLUB

DROGA A DOMICILIO, BASTA UN CLIC. PIU' SEMPLICE CHE SU EBAY

Non c’è bisogno di alcuna conoscenza informatica né di chiavi d’accesso ai siti clandestini del darkweb : comprare ogni tipo di droga on line è facile e veloce come ordinare un paio di scarpe su Amazon . Il nostro viaggio parte da drugs-center.biz ., sede a Gibilterra, dove in un battibaleno mettiamo nel carrello un grammo di eroina pura (100 euro, che diventano a scalare 45 al grammo per ordini tra i cinque e i dieci chili), un po’ di speed (anfetamine pure a 5 euro al grammo), e dieci pasticche di ecstasy (puntiamo sulle gettonatissime Pink Flugels rosa ) in offerta a 20 euro (2 a pillola). Quest’ultima è la stessa droga sintetica, a oggi non ancora illegale in Italia, che nell’ottobre scorso è costata la vita a Mario, 42enne torinese che l’assumeva da tempo a insaputa della moglie, e che il Sert, dov’era in cura, non era riuscito a individuare nel suo sangue. Lo shopping prosegue con un grammo di eroina Arctic Wolf pura al 70 per cento (65 euro, ma per i più esigenti c’

Hitler fugge in Argentina con Eva Braun e vive fino a 73 anni con le due figlie. (Barbuto Chef Nazi Hunters for Billaccio)

Adolf Hitler Having Lunch In The Eden Hotel Annex Argentina In 1947 Sebbene si stesse avvicinando la mezzanotte a Berlino, le strade erano tutt'altro che buie. Su ogni via , gli incendi divampavano incontrollabili mentre l'intenso e selvaggio bombardamento dell'artiglieria russa si avvicinava al centro del Terzo Reich. A quell'ora tarda, nella notte del 27 aprile 1945, non c'era una sola persona in Germania che pensasse, che i nazisti potessero ancora vincere.   LA FUGA DI HITLER Guarda Il Video Nel profondo del suo bunker, persino l'uomo che aveva portato una tale distruzione nel suo paese - anzi, nel mondo - sapeva che la guerra era finita. Mentre Adolf Hitler, in silenzio  fissava un ritratto del suo eroe, Federico il Grande (re di Prussia e  brillante mente militare) era certo che non ci sarebbe stata un'inversione di fortuna dell'undicesima ora. il video del bunker Le cosiddette "armi miracolose" non erano mai arriva

Il Tenente Veterano Antonio Barbuto dalla parte dell'ONU: Sono un Fiero Antisemita

Radio 24 | La Zanzara | Le Video Puntate

dona al blog

 

 Se ti è Piaciuto  il Post che hai visto

Sostieni CiaoRino e le  

Piattaforme  dello Sharing Culture

CINEMA  TEATRO  CONCERTI  E  AUDIOLIBRI 

TUTTO GRATIS - senza pubblicita' o download

SOSTIENICI DONA 2 EURO