Frankie HI-NRG MC - Quelli Che Benpensano (videoclip)



Frankie HI-NRG MC - sito ufficiale 


Frankie hi-nrg mc, pseudonimo di Francesco Di Gesù (Torino18 luglio 1969), è un rapper e cantautore italiano.
Di origini siciliane, nato a Torino e cresciuto tra Caserta e Città di Castello, è attivo fin dagli albori del movimento hip hop italiano dei primi anni novanta, con il quale ha affrontato prevalentemente tematiche riguardanti la politica e la società.Esordisce nella scena musicale nel 1992 con la pubblicazione del singolo Fight da faida, brano contro le mafie in generale e la corruzione e che ha portato il rapper ad essere criticato da parte del mondo dei centri sociali, critiche alle quali ha risposto affermando che il ruolo del rapper è di insegnare a tutti e in tutti i luoghi.[1] Successivamente ha aperto i concerti dei Run DMC e dei Beastie Boys durante il tour italiano del 1992.
Nel 1993 è stata la volta dell'album di debutto Verba manent, primo album rap italiano ad essere stato distribuito da una major; da esso sono stati estratti i singoli Faccio la mia cosaLibri di sangue e Potere alla parola, oltre a una riedizione remixata di Fight da faida, denominata Fight da faida (Hardmade).
Nel 1995 pubblica il singolo Cali di tensione, che assieme a Fili, pubblicato due anni più tardi, ha anticipato il secondo album in studio La morte dei miracoli, pubblicato nel giugno 1997. Il singolo trainante è stato tuttavia Quelli che benpensano, realizzato in collaborazione con il cantautore romano Riccardo Sinigallia e premiato come canzone dell'anno al Premio italiano della musica. Il quarto ed ultimo singolo estratto è Autodafè.

Anni duemila

Il 31 ottobre 2003 pubblica il terzo album in studio Ero un autarchico, anticipato dal singolo Chiedi chiedi il 3 ottobre. Altri singoli estratti dall'album sono Rap lamento e Gli accontentabili, pubblicati rispettivamente il 23 gennaio e l'11 luglio 2004. Sempre nel 2003 compare anche sull'album The World According to RZA del rapper e produttore americano RZA.
Il 1º luglio 2005 pubblica Rap©ital, una raccolta di suoi vecchi brani riarrangiati, anticipata il 3 giugno dalla pubblicazione dal singolo Dimmi dimmi tu.
Il 29 febbraio 2008 pubblica il suo quarto album in studio, DePrimoMaggio[2] e partecipa al Festival di Sanremo con la canzone Rivoluzione, pubblicata come singolo il 1º marzo. Il brano canta dei crack finanziari italiani e della degenerazione politica e sociale dell'Italia[3] e contiene un campionamento del brano Introduzione di Fabrizio De André, tratto dall'album Storia di un impiegato. La canzone si avvale della collaborazione dei cantautori Roy Paci e Enrico Ruggeri. Il secondo singolo, Pugni in tasca, viene pubblicato il 2 maggio.
Nello stesso anno collabora all'album Herculaneum di Pandaj nella title track, recitando in latino il testo di Plinio il Giovane che racconta della storica eruzione del Vesuvio del 79 d.C. Nell'estate partecipa all'"Isola in collina", concerto che si tiene ogni anno a Ricaldone, paese natale di Luigi Tenco. Nello stesso anno, durante il Premio Tenco, si è esibito con il rapper pugliese Caparezza con una versione di Quelli che benpensano estesa con alcune parti della canzone Fuori dal tunnel.
Nell'aprile 2009 collabora al primo EP di Luca Napolitano intitolato Vai, partecipando con un intervento rap al brano Mi manchi, scritto dallo stesso Napolitano insieme al fratello. Nel maggio 2009 prende parte al progetto Artisti Uniti per l'Abruzzo partecipando al brano Domani 21/04.2009.

Anni duemiladieci

Nel 2010 scrive per Simone Cristicchi la canzone Meno male, insieme a Elia Marcelli e Alessandro Canini. La canzone è presentata al Festival di Sanremo 2010.
Nel 2011 partecipa al brano Numeri in collaborazione con Nathalie e Raf. Sempre nel 2011 partecipa al brano di Fiorella Mannoia Non è un film, al quale Amnesty International conferisce il Premio Amnesty Italia.
A partire dalla primavera del 2012 accompagna Fiorella Mannoia nel tour Sud tour.
Nel 2014 partecipa al sessantaquattresimo Festival di Sanremo coi brani Un uomo è vivo e Pedala,[4] quest'ultimo classificatosi all'ottavo posto nella serata conclusiva.[5] Il 20 febbraio pubblica il suo sesto album di inediti, Essere umani, trainato dal singolo Pedala, estratto il giorno stesso.
Il 14 dicembre 2016 il rapper ha annunciato attraverso social network la pubblicazione del brano Unti e bisunti, sigla del film di Chef Rubio Unto e bisunto, trasmesso per la prima volta il 20 dicembre dello stesso anno sul canale televisivo DMAX. Nel relativo videoclip, diretto da Gaetano Morbioli, appaiono le atlete paralimpiche italiane Bebe Vio e Martina Caironi.[6]

Altre attività

Nel campo umanitario, sostiene l'associazione umanitaria Emergency, a cui ha dedicato la canzone Din Don.